Per la stampa

La posa in opera degli infissi con il metodo innovativo KiK, per la prima volta realizzato nella pratica

WIDERSKI, socio commerciale della Vetrex, ha eseguito la prima posa in opera di infissi nello strato di isolamento con il sistema KIK.

Il risparmio energetico è senza dubbio uno dei criteri da tenere presente nella scelta degli infissi insieme ad un servizio di posa in opera altamente professionale. In questo modo saranno garantite le prestazioni di risparmio energetico degli infissi. La nuova tecnica di posa in opera a risparmio energetico KIK ha attratto la curiosità dei clienti fin dalla sua prima apparizione in anteprima alla fiera di Budma a Poznan, dove la squadra dei tecnici di Widerski ha realizzato il nuovo metodo in concreto.

Il concetto KIK di posa in opera delle finestre consente un solido fissaggio meccanico e una efficace sigillatura delle finestre al muro garantendo notevoli benefici in termini di isolamento termico e di impermeabilità. Questo metodo prevede che le finestre vengano montate su consolle e appoggi KNELSEN.

La struttura creata con questi elementi trasmette bene i carichi e viene fissata su un inserto speciale che consente di sigillare la soglia della finestra oltre che dare sostegno al telaio.

Il nome di questo nuovo tipo di posa in opera deriva dai nomi delle aziende produttrici dei componenti chiave del sistema brevettato: KNELSEN e KLINAR.

“La nuova tecnica di posa in opera risolve due problemi rilevanti che si hanno con l’utilizzo di altri metodi che prevedono le console in acciaio. Grazie al fissaggio delle console e dei sostegni laterali sulla facciata esterna, la tecnica KIK elimina i ponti termici e migliora l’isolamento termico dell’infisso nel punto di collegamento della finestra con il muro. Il collegamento tra finestra e muro avviene con una perfetta sigillatura – spiega Marcon Tomczyński, vicedirettore tecnico e di sviluppo Vetrex.

Il sistema KIK adotta speciali cornici in polistirolo che vengono fissate al muro con l’ausilio di colla speciale. Le fessure vengono riempite con schiuma di poliuretano e, insieme alle cornici, creano un isolamento completo.

Il largo nastro semipermeabile protegge dall’umidità del muro proveniente dall’esterno. Nella posa in opera vengono anche utilizzati dei nastri semi isolanti collocati all’interno dell’edificio.